Etichettatura elettricità

Da quali fonti energetiche proviene l’elettricità, quali fornitori di energia elettrica me la forniscono a casa? Quali sono le percentuali di energia fotovoltaica, da biomassa o idroelettrica sul mix elettrico? L’elettricità proviene dalla Svizzera o è stata importata dall’estero? I consumatori ricevono una volta all’anno informazioni dettagliate su queste e altre domande – con l’etichettatura dell’elettricità!

Risultati

Da dove proviene la mia elettricità?

In Svizzera l’origine dell’elettricità, in conformità alla Legge federale sull’energia, è soggetta all’obbligo di etichettatura. Le aziende che forniscono elettricità ai consumatori finali svizzeri devono fornire almeno una volta all’anno informazioni riguardo ai seguenti punti:

  • percentuale delle fonti energetiche impiegate sull’elettricità fornita
  • origine dell’elettricità – produzione nazionale ed estera
  • quantità complessiva di energia elettrica fornita
  • nome del fornitore di energia elettrica 

A partire dall’anno di fornitura 2018 nell’etichettatura dell’elettricità non è più consentito dichiarare «vettori energetici non omologabili» (cosiddetta energia grigia). Per gli anni fino al 2020 compreso c’è solo un’unica eccezione per la quale è ancora consentita la dichiarazione di energia grigia: doveva essere stato firmato prima del 1° novembre 2017 un contratto di fornitura di elettricità che non può certificare le fonti energetiche utilizzate.

L’Ordinanza sull’energia stabilisce che i fornitori di energia elettrica debbano pubblicare all’indirizzo Internet etichettatura-elettricita.ch il loro mix del fornitore annuale entro fine giugno dell’anno successivo. L’AES, in quanto associazione mantello di categoria, e Pronovo, in quanto organo d’esecuzione, gestiscono insieme questo sito Internet, il cui indirizzo viene messo a disposizione dall’UFE.

Informazioni del settore sulla generazione di elettricità e sul consumo di elettricità in Svizzera